La coppia perfetta non esiste, o forse sì? Di fatto, una coppia perfetta non è composta da due persone che vanno sempre d’accordo, non sperimentano mai momenti di crisi o problemi personali; non è composta da partner sempre galanti, sempre appassionati e sempre appagati, come potrebbe apparire nei film romantici o nelle pubblicità, ma è un’unione che riesce a mantenersi a galla nonostante i momenti no, i giorni bui o le piccole e grandi crisi, senza mai perdere la voglia di stare insieme.

Questo tipo di coppia non coincide con quelle che si vedono piuttosto spesso in circolazione, in cui entrambi i partner sono infelici ma non riescono a staccarsi. La differenza è sostanziale: affrontare le difficoltà e superarle senza perdere la vera voglia di stare insieme e senza veder diminuire l’amore.

La coppia perfetta si definisce ogni giorno, nella quotidianità. Questo è un discrimine che si vede subito: quando due partner sanno divertirsi insieme e godere della vita di ogni giorno, ecco che abbiamo di fronte una coppia perfetta. Insomma, esisteranno sempre momenti più speciali di altri, vacanze, avventure, ma occorre essere in grado di stare bene anche sul divano di casa mentre guardate l’ennesima puntata dell’ennesima serie TV. Perché? Perché la coppia perfetta “si basta”: gode di sé stessa e non necessita di nient’altro.

Non stiamo dicendo, ovviamente, che la fiamma non vada mantenuta. Uno dei rischi maggiori per le coppie, soprattutto conviventi, è lo scadere nella noia. Ma spero che capiate quello che stiamo dicendo: avere una quotidianità ricca e saper godere dei piccoli momenti è ben diverso dal condurre un’esistenza routinaria, piatta e senza stimoli.

Ecco qualche consiglio, punto per punto, da rivolgere a una coppia che si chiede come essere perfetta: piccoli consigli che potranno aiutarvi a focalizzare gli aspetti più importanti per cementare l’armonia tra due partner.

“Comunicazione” è la parola chiave

Quante volte avete letto che la comunicazione è tutto? Forse perché è vero! Non è sempre facile parlare a cuore aperto con il partner, lo riconosciamo: tanto spesso, soprattutto all’inizio, si tende a mandare giù in segreto piccoli e grandi bocconi temendo di risultare noiosi, sgradevoli o di provocare dispiacere al partner.

È chiaro che esprimere ogni piccolo fastidio senza dominarsi un minimo sia dannoso, ma nemmeno continuare a tacere è una buona idea. La comunicazione tra partner dovrebbe sempre essere sincera, almeno sulle cose più importanti e sui sentimenti che si provano, anche i più piccoli se in questo momento ci dominano. Perché dovreste fingere di stare bene se avete una giornata no? Perché dovreste mentire sui vostri gusti per compiacere il partner?

La sincerità non aprirà tutte le porte ma di sicuro spalanca le migliori: le coppie perfette sono quelle che si basano su una inattaccabile sincerità di fondo.

Non troppo lontani, ma neppure troppo vicini

Avete presente quelle coppie che non si staccano mai? Le scopri insieme in qualsiasi occasione, che si tratti di una rimpatriata di classe o di un raduno familiare; insieme ovunque, anche sugli account social, in tutte le foto di instagram, persino in bagno!

La coppia perfetta, però, non è certo quella che sta costantemente appiccicata. Non è nemmeno quella che alla minima occasione sente il bisogno di scambiarsi effusioni in continuazione. La coppia perfetta, quella che dura a lungo, è invece il contesto nel quale ognuno è libero di gestire il proprio tempo in maniera non costrittiva e non soffocante; quella in cui si sa di poter contare sulla presenza confortante dell’altro ma si ha anche la possibilità di garantirsi uno spazio di introspezione e solitudine o il tempo di coltivare separatamente le proprie amicizie.

La gelosia e l’ossessività sono i tratti tipici delle coppie che non riescono a stare mai staccate, mentre equilibrio e amore contraddistinguono le coppe che sanno equilibrare i loro tempi e le loro inclinazioni: eccole, le coppie perfette.

Una vita sessuale piena e piacevole

La vita sessuale è importantissima all’interno di una coppia e chi dice il contrario mente spudoratamente. Se una coppia è insieme da molto tempo può essere normale che la frequenza dei rapporti diminuisca un po’, ma è assolutamente essenziale lavorare su questo punto. Quando, infatti, gli incontri amorosi si fanno sempre più rarefatti, ecco che subentrano il senso di isolamento e la noia, ecco che la comunicazione si allenta e la complicità diminuisce. Per mantenere accesa la fiamma bastano a volte piccole accortezze, piccoli guizzi di novità al momento giusto. E ricordiamoci poi che non c’è solo la vita sessuale: le coccole sono anche più importanti.

Fiducia reciproca

La fiducia fa la coppia felice, la sfiducia fa la coppia tormentata! Ricordiamo che con questa parola importante, “fiducia” non intendiamo solo l’assenza di gelosia contro potenziali rivali, ma intendiamo un senso globale di affidamento all’altro in tutti i campi dell’esistenza. Sapere di poter contare sull’altro è il vero pilastro della coppia, e non si tratta affatto di una virtù scontata. Capita spesso, infatti, di incontrare coppie nelle quali un partner critica o sminuisce le capacità dell’altro, ad esempio accollandosi tutti i lavori in casa per timore che il compagno/a non sia in grado di farli o insistendo per assumersi tutte le più importanti decisioni comuni.

La sfiducia è il vero e proprio pomo della discordia in una coppia, e non parliamo soltanto di tradimenti: sarebbe il meno.

Sognare in due

Fare coppia non vuol dire fermarti e mettere da parte i propri sogni; vuol dire, anzi, sognare in grande, ma a due. Mantenere accese la curiosità, la voglia di imparare, la voglia di far carriera e la potenzialità di cambiare vita è assolutamente possibile, anzi auspicabile quando si è in coppia. Molte persone fraintendono, infatti, la stabilità degli affetti confondendola con una “fossilizzazione” della vita: questo è il primo motivo di fallimento in una relazione profonda. Dobbiamo sapere, accettare e amare il fatto che, se staremo con il partner molti anni, entrambi sperimenteremo nuove voglie e nuovi sogni. Non dovremmo mai censurarli, ma pensare di avvalerci dell’aiuto dell’altro per raggiungerli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *