Non se ne scappa, vero? L’outfit per il primo appuntamento è davvero un rompicapo per tutti, che si tratti di uomini o donne, ragazzini alle prime uscite amorose o persone di mezz’età con esperienza. Perché è così? Presto detto. Il primo appuntamento è un momento di tensione, piacevole certo, ma tensione: e cosa può aiutarci ad affrontare l’imbarazzo e la paura del rifiuto meglio di un outfit che ci faccia sentire speciali?

Il vestito non serve tanto all’altra persona (che però, senza dubbio, lo guarderà e giudicherà, almeno all’inizio) ma principalmente a voi. Scegliere l’abito giusto incrementerà il vostro senso di sicurezza, vi farà sentire all’altezza della situazione e adeguati al contesto e all’obiettivo dell’incontro.

Insomma, è un evergreen: l’outfit da primo appuntamento è un problema, o una piacevole prova, che non smetterà mai di riproporsi!

Per le donne, il dilemma su cosa mettere si protrae di solito più a lungo, ma bisogna dire che per il gentil sesso ci sono anche più possibilità di scelta: ci sono gonne e pantaloni, maglie crop o lunghe, per non parlare dell’aiuto offerto da trucco e dei capelli. Per i maschi è un po’ più difficile spaziare, ma non si tratta di una scusa per mettere sempre il solito paio di jeans: i ragazzi vestiti bene fanno sempre una gran figura. Le ragazze sono molto attente a questo aspetto e mettere un po’ di cura in ciò che si indossa contribuirà in modo incredibile a distinguersi dalla massa.

Vediamo ora alcune dritte su cosa indossare al primo appuntamento, senza dimenticare però la regola principale: occorre sempre scegliere qualcosa che faccia sentire bene e a proprio agio, che sia comodo e adatto al tipo di appuntamento che si sta andando a fare e che non sia eccessivamente sgargiante o esagerato. Infatti, il punto chiave è farsi notare per l’eleganza e non per l’eccesso. Questo aiuterà non solo a dare un senso di affidabilità e sicurezza all’altra persona (che sarà molto attenta a cogliere la comunicazione non verbale data dagli abiti) ma anche a sentirsi più confortevoli e protetti nel proprio outfit.

Come vestirsi al primo appuntamento

Oggi vi daremo alcune regole di base per vestirsi bene, valide per il primo appuntamento. Che siate uomini o donne, poco cambia: le regole per presentarsi bene sono universali. Ovviamente, distingueremo i consigli adeguandoli al genere di appartenenza, ma sempre con riguardo alle “regole d’oro” di base. Cominciamo:

Indossa il tuo outfit preferito

Il tuo abito preferito, qualunque sia, ha un vantaggio innegabile: ti piace tanto e ti fa sentire bene. Piacerti e sentirti a tuo agio è proprio ciò che ti aiuterà ad affrontare il primo appuntamento nel modo migliore. Per “vestito preferito” intendiamo quello che tendi a mettere più spesso nelle occasioni speciali, non l’abito “da urlo” che hai comprato tempo fa e che continui ad ammirare in segreto, tenendolo però sempre appeso alla sua gruccia; non intendiamo nemmeno il vestito che metti ogni giorno in casa oppure al lavoro. L’abito preferito è quello che ami ma del quale non abusi; quello che ti fa sentire speciale senza essere per forza eccentrico o super-elegante.

Per i ragazzi, la regola dell’abito preferito potrebbe essere scivolosa: molti maschi tendono ad adottare un abbigliamento piuttosto standard, sempre con lo stesso tipo di capi. Esistono invece molti vestiti eleganti per ragazzi, i quali fanno sicuramente colpo ma potrebbero essere inadatti e far sentire a disagio chi li porta; ma un mix tra vestiti “ordinari” ed “eleganti” di solito funziona alla grande sui maschi.

Meglio non indossare vestiti nuovi

I vestiti appena comprati possono sembrare una buona scelta, ma possono nascondere tanti difetti dei quali non sei a conoscenza e che non vorresti mai scoprire proprio in questa occasione. Non sai, insomma, se quel vestito così carino ti pruderà nel punto sbagliato, tirerà da una parte o si scucirà all’improvviso. Stesso discorso, ma amplificato al mille per mille, vale per le scarpe: se sono nuove non vanno mai e poi mai indossate al primo appuntamento. Perché non fare almeno uno o due “giri di rodaggio” nei giorni precedenti?

Tieni sempre conto del contesto

Un invito per un caffè o per una cena a lume di candela non sono compatibili con lo stesso outfit. Ti sembrerà scontato, ma molte persone tendono ad affezionarsi “a prescindere” a determinati abiti, considerandoli adatti per un appuntamento in senso assoluto. Spesso non è così.

L’obiettivo comunicativo principale che guida la scelta dell’outfit è questo: “Mi sento a mio agio con me stesso/a; ho curato il mio abbigliamento per te, ma il vestito che indosso riflette davvero il mio modo di essere e non è artefatto”. Bene, se vi presenterete per un caffè informale con una acconciatura stravagante o con abiti troppo eleganti darete esattamente il senso di “artefatto” che si dovrebbe sempre evitare!

Una figura è bella se è armonica internamente (con riguardo alla reale corporatura del soggetto, non a un’immagine ideale) e se è inserita armonicamente nel contesto (andreste a una serata di gala indossando un pigiama?). Viceversa, il fallimento, almeno dal punto di vista dell’outfit, è certo.

Tieni conto del tuo corpo e non della moda

L’obiettivo è valorizzare il tuo corpo, che è una cosa concreta e reale e non astratta e ideale. Scegli quindi vestiti che ti valorizzino e ti esaltino e non lasciarti andare alla tentazione di seguire gli ultimi dettami della moda a tutti i costi. Gli esempi, soprattutto dal lato femminile, sono innumerevoli: i crop top non possono stare bene a tutte, anzi: possono mettere in imbarazzo chi avesse una pancia prominente; lo stesso si potrebbe dire per certi tipi di scarpe, di cardigan e di acconciature. Menzioniamo anche i pantaloni con il risvolto, inadatti a valorizzare persone particolarmente alte o dalle caviglie molto grosse. Lascia perdere la massa influenzata dalla pubblicità e dalla sua idea di corpo standard: vestiti in modo da far risaltare le tue forme in tutta la loro bellezza, perché ogni corpo può risultare attraente se “incorniciato” nel modo giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *